E' tempo della "pensione" per i nostri amici spaventapasseri

Postato il: 2015-03-16 16:22:51 ; Letto: 1033 volte

Tecniche e metodi per scacciare i volatili dalle nostre case e giardini

Lo spaventapasseri è da sempre personaggio caratteristico delle nostre campagne e protagonista anche dell’immaginario culturale e artistico, ispiratore di opere letterarie, pittoriche e musicali. Figura solitaria e malinconica con l’ingrato compito di spaventare e scacciare gli uccelli dai nostri orti e giardini, esso è oggi sempre più bistrattato dagli stessi volatili e messo da parte dai proprietari perché sempre meno efficace nello svolgere la sua funzione precipua. Il tempo della “pensione” per molti di loro si avvicina con la modernità e l’avanzare della tecnologia.  
Molte specie di uccelli, infatti, si sono abituate a convivere con i nostri simpatici ominidi di pezza riducendone sempre più l’efficacia e prendendo il sopravvento sulle colture nei nostri campi. Essi sono attratti dai frutti, dalle giovani foglie, dai semi e dalle cavità delle nostre case, terrazze e balconi per trovare riparo, arrivando a costituire in molti casi una vera piaga sia in ambiente rurale che cittadino.

Ma come fare a scacciare questi molesti invasori, spesso rumorosi e portatori di malattie, oltre che ingordi delle nostre primizie?

Oltre al già citato spaventapasseri, alle cui braccia possiamo appendere sonagli e campanellini per aumentarne l’efficacia, esistono vari metodi indolori per tenere lontani i pennuti dai nostri orti, giardini e balconi. Ad esempio appendendo ad un palo dei vecchi cd o strisce di carta plastificata. Il loro movimento al vento produce ultrasuoni e riflessi colorati con il sole particolarmente invisi agli uccelli che voleranno via dai nostri possedimenti. Particolarmente efficace è dare alla carta lucida la forma di un gufo da posizionare in mezzo alle nostre piante o sul balcone di casa. Questo rapace, infatti, spaventa a morte le altre specie di uccelli inducendole a cambiare aria. Si possono poi utilizzare dei nastri colorati o lucidi specifici per gli uccelli da stendere tra i filari dell’orto, il cui movimento riflettente, unito alla paura per la novità, indurrà gli uccelli a non posarsi a terra. Durante il periodo della semina è consigliabile stendere sopra le colture una rete specifica o antigrandine per coprire tutto intorno le sementi ed evitare che gli uccelli banchettino con i nostri semi.

La tecnologia ci viene comunque incontro con sistemi più sofisticati e molto efficaci. Tra di essi sempre più diffusi sono i disabituanti elettronici. Si tratta di strumenti dotati di sistema infrarossi e con combinazione di vari elementi dissuasivi per gli uccelli.

Tra i prodotti disponibili in commercio, l’Ala Stop Sensor della Mondo Verde, disponibile su Hortus Hobby, è un vero fenomeno della materia. Si tratta di un dispositivo elettronico a doppia alimentazione, batteria e alimentatore, ideale per tenere lontani i volatili dalle nostre abitazioni e orti per una superficie di 50 mq, che può essere fissato a parete ed è assolutamente innocuo per persone e animali. Il suo sensore di movimento ad infrarossi rileva la presenza degli uccelli, attivando gli elementi dissuasivi a scelta per le singole specie o in combinazione: flash stroboscopico, ultrasuoni modulari e sirena. I vari elementi dissuasivi possono essere calibrati in base alle specie di volatili che sono solite frequentare i nostri ambienti, sia in ragione della loro vicinanza che con un timer continuativo. Questo strumento è particolarmente indicato per allontanare colombi, piccioni e storni da balconi, terrazze, orti, giardini e piccoli appezzamenti.
 

Con Ala Stop Sensor potremo mandare in pensione i nostri spaventapasseri, dando loro il meritato riposo dopo anni di fatiche e di intemperie o lasciarli comunque al loro posto, muti guardiani dei nostri campi.


Scrivi un commento
Nome


E-mail


Commento Note: HTML non consentito!
Inserisci il codice nel box sottostante:

Invia
Cerca per marca
Pagamenti Accettati:
© 2013 Hortus Service srl, Negozio: via Dante 242, 62010 Morrovalle (MC) - Sede Legale: via San Claudio 117, 62014 Corridonia (MC) - P. Iva 01791140435
N. Iscrizione REA MC 181942 - Capitale sociale € 40.000,00 i.v. - Sito Realizzato dalla Protocolli Creativi